Home ANNO XLII (settembre – 2005) – n.159

ANNO XLII (settembre – 2005) – n.159

Rivista: STUDI EMIGRAZIONE
Editore: Morcelliniana
Autore: Centro Studi Emigrazione
Sintesi volume:

Giovanni Battista Scalabrini, profeta dei migranti
Il senso di un centenario

Giovanni Battista Scalabrini muore a Piacenza, dov’era vescovo, il 1 ° giugno 1905. Quest’anno centenario è quindi l’occasione per rivisita­re la sua visione profetica del fenomeno migratorio.
L’intuizione originaria
In Milano, parecchi anni or sono, fui spettatore di una scena che mi lasciò nell’animo un ‘impressione di tristezza profonda. Di passaggio dalla stazione vidi la vasta sala, i portici laterali e la piazza adiacente invasi da tre o quattro centinaia di individui poveramente vestiti, divisi in gruppi diversi. Sulle loro facce abbronzate dal sole, solcate dalle rughe precoci che suole imprimervi la privazione, traspariva il tumulto degli affetti che agitavano in quel momento il loro cuore. Erano vecchi curvati dall’età e dalle fatiche, uomini nel fiore della virilità, donne che si traevano dietro o portavano in collo i loro bambini, fanciulli e giovanette tutti affratellati da un solo pensiero, tutti indirizzati ad una meta comune … Erano emigranti.
Appartenevano alle varie provincie dell’Alta Italia ed aspettavano con trepidazione che la vaporiera li portasse sulle sponde del Mediter­raneo e di là nelle lontane Americhe ove speravano di trovare meno av­versa la fortuna, meno ingrata la terra ai loro sudori. Partivano quei poveretti, alcuni chiamati da parenti che li avevano preceduti nell’eso­do volontario, altri senza sapere precisamente ove fossero diretti, tratti da quel potente istinto che fa migrare gli uccelli. Andavano nell’Ameri­ca, ove c’era, lo sentirono ripetere tante volte, lavoro ben retribuito per chiunque avesse braccia vigorose e buona volontà.

Paole chiave: Scalabrini, pastorale, migratoria, emigranti, Romania, testimonianze, discriminazione, razzismo
INDICE:

 

 
SOMMARIO
La presenza italiana in Nuova Zelanda (1875-1950), Riccardo Ponti, pag. 643
Emigranti italiani in Romania. Documenti e testimonianze di una comunità dimenticata, Antonio Ricci, pag. 661
La discriminazione razziale in Spagna, LuciaAparicio Chofré, pag. 681
Recensioni, pag. 701
Segnalazioni, pag. 719