• Via Dandolo, 58 - Roma
  • 06 589 76640 - 06 580 9764
  • info@cser.it

The Scientific Journal

Per l’archivio della rivista
consultare la Biblioteca

STUDI EMIGRAZIONE

Anno LV: ultimo numero edito 212/2018

L’esplorazione della mobilità geografica al di là di convenzionali spie- gazioni push-pull è al centro dei contributi di questo dossier. La consapevolezza che gli individui e le famiglie decidono di migrare o di  spostarsi altrove non solo per fuggire da guerre o per trovare migliori  condizioni salariali, ma anche per seguire aspirazioni di studio, di vita  e sentimentali non realizzabili nel contesto in cui risiedono, è ormai  largamente condivisa tra gli studiosi di migrazioni. Questa consapevolezza ha fatto sì che, nel corso degli ultimi due decenni, un numero  crescente di studi si sia focalizzato sui vissuti, le esperienze e gli immaginari di coloro che vorrebbero emigrare o sono emigrati. Per rendere conto delle ragioni per cui le persone si spostano è necessario non  solo comprendere le condizioni strutturali (economiche, politiche) in  cui si trovano e le risorse che hanno a disposizione per farlo, ma anche  ripercorrere gli immaginari dei protagonisti, le loro aspirazioni e desideri (Carling, 2002; Mai e King, 2009; Bal e Willems, 2014).

Keywords: Forced migration; Political Subjectivity; Affective Relationships;

STUDI EMIGRAZIONE

N. 211/2018

Titolo “Frontiere e frontalieri tra Europa e America del Nord”

a cura di Paolo Barcella

STUDI EMIGRAZIONE

N. 210/2018

Titolo “La Musica e i Migranti. Musica e Inserimento urbano)

Autore: Gabriele Beltrami (a cura di)

STUDI EMIGRAZIONE

N. 209/2018

Titolo “ Bambine, Bambini e Adolescenti nei processi migratori”

Autore: Laura Zanfrini (a cura di)